logo
  • +44 (0)20 74958191

  • info@italchamind.org.uk

  • 1 Princes Street

  • London W1B 2 AY

  • 09:00 - 17:30

  • Monday to Friday

  • +44 (0) 1925 506013

  • manchester@italchamind.org.uk

  • 520 Birchwood Boulevard

  • WA3 7QX, UK Birchwood

  • 09:00 - 17:30

  • Monday to Friday

  • +44 (0)14 1331 6078

  • scotland@italchamind.org.uk

  • 30 Melville Str.

  • Edinburgh EH3 7HA

  • 09:00 - 17:30

  • Monday to Friday

  • 0039 080 5498897

  • italiadesk@italchamind.org.uk

  • via delle Dalie

  • zona industriale Modugno

  • 09:00 - 17:30

  • Monday to Friday

14 Agosto 2019

Comunicato stampa: Firstgroup e Trenitalia si aggiudicano la gara per la West Coast

Comunicato stampa: Firstgroup e Trenitalia si aggiudicano la gara per la West Coast

FirstGroup plc e Trenitalia UK Ltd hanno avuto il piacere di ricevere da parte del Department for Transport (DfT), dipartimento governativo responsabile delle infrastrutture dei trasporti inglesi, la notizia della vincita della gara West Coast Partnership (di seguito Partnership), grazie alla joint venture 70:30 First Trenitalia West Coast Rail Limited (di seguito anche First Trenitalia).

La nuova Partnership entrerà in funzione dall’8 dicembre 2019, secondo due fasi distinte. Nella prima fase, fino a marzo 2026, First Trenitalia gestirà i già esistenti collegamenti dell’InterCity West Coast, provvedendo, nel frattempo, al design, allo sviluppo e all’introduzione dei nuovi servizi ferroviari per il programma High Speed 2 (HS2) in veste di Shadow Operator. Nel periodo successivo, tra marzo 2026 e marzo 2031, la joint venture gestirà contemporaneamente i servizi sulla nuova linea ad alta velocità (HS2) insieme a quelli rimodernati dell’InterCity West Coast, secondo un’operazione integrata.

First Trenitalia, durante la prima fase della Partnership, si impegnerà a migliorare i servizi offerti per i collegamenti dell’InterCity West Coast, sulla base delle priorità emerse grazie ai feedback dei clienti e delle comunità sociali. Sei sono le aree che verranno potenziate:

Esperienza del cliente: La nostra flotte di 56 treni Pendolino verrà completamente rinnovata, introducendo 25.000 nuovi posti per i passeggeri e spazi extra per le valigie. Il servizio Wi-Fi sarà reso migliore e più affidabile e le prese di corrente verranno assicurate a ciascun passeggero, con postazioni wireless e per l’intrattenimento. Anche il servizio ristorazione verrà migliorato, garantendo a tutti il servizio al posto.

Tariffe più chiare: Introdurremo un sistema di tariffe più facilmente comprensibile, diminuendo i tipi di biglietto, nonché rimborsi ottenibili più facilmente e rapidamente e biglietti più semplici con dispositivi mobili e carte magnetiche.

Più servizi: Entro il 2022 offriremo più di 260 collegamenti extra a settimana, aumentando le miglia fino al 10% in più rispetto al 2017/2018. Offriremo nuove tratte con collegamenti diretti, con destinazioni quali Liverpool South Parkway, Walsall e Gobowen (for Oswestry), ma verranno anche introdotte più fermate alle stazioni come Rugby, Llandudno Junction e Motherwell.

Stazioni ferroviarie migliori: Investiremo nelle nostre stazioni garantendo sale d’attesa rinnovate, più servizi per i passeggeri, più parcheggi e più accessibilità per coloro che ne hanno bisogno. Per offrire tutto, questo lavoreremo insieme a collaboratori e stakeholder per apportare i cambiamenti migliori, come alle stazioni di Coventry e Birmingham International. Taglieremo l’impatto ambientale dei nostri siti, migliorando l’efficienza energetica e installando pannelli solari, con l’impegno di raggiungere una riduzione dell’80% dei rifiuti non riciclabili derivanti da prodotti venduti o offerti a bordo.

Investimenti in treni più efficienti e a basse emissioni: Introdurremo treni ecosostenibili e moderni, sostituendo completamente la flotta esclusivamente a diesel Voyager e riducendo le emissioni di anidride carbonica del 61%. Introdurremo tredici nuovi treni bi-modali a basse emissioni per i collegamenti tra il Galles del Nord e Londra. Dieci nuovi treni elettrici ci permetteranno di avere due collegamenti all’ora tra Liverpool e Londra dal lunedì al sabato.

Persone e comunità: Investiremo in apprendistati e gestiremo più di cinquanta mila giorni di formazione, anche per la sensibilizzazione all’accessibilità. Apriremo un fondo di investimento, presieduto indipendentemente dagli Economic Development and Integrated Transport Forums e dai gruppi di clienti.

La Partnership aprirà le porte ad una nuova era caratterizzata dall’alta velocità nel Regno Unito grazie al HS2. Trenitalia porterà la sua esperienza diretta nella pianificazione, nel lancio e nella gestione delle linee ferroviarie ad alta velocità. FirstGroup, dall’altro lato, possiede una profonda conoscenza del mercato ferroviario nel Regno Unito, come anche l’esperienza nel lancio di nuove flotte, nonché nella gestione dei servizi durante i grandi lavori ammodernamento delle infrastrutture. Insieme, noi cercheremo di lavorare come un collaboratore chiave per DfT, HS2 Limited, Network Rail e tutti gli altri stakeholder, visto che il progetto parte dalla fase di costruzione e arriva a quella di diventar parte integrante della rete ferroviaria attuale con servizi complementari.

Per maggiori informazioni visitare il sito https://www.westcoastrail.co.uk/.

Il Segretario di Stato per i trasporti, Grant Shapps, ha detto:

“Questa concessione è una notizia positiva per i passeggeri, che avranno più servizi e connessioni dirette. È un piano ambizioso per un servizio ferroviario più pulito e sostenibile e rappresenta anche un cambiamento radicale verso un nuovo modello ferroviario.

É una collaborazione supportata da Keith Williams, costruita con la flessibilità atta a rispondere alle sue raccomandazioni. L’incontro con Keith la scorsa settimana ha confermato la nostra determinazione condivisa di offrire un futuro che metta i passeggeri – e la puntualità dei treni al centro delle ferrovie.

Per questo motivo ho chiesto a Keith di redigere un White Paper in autunno, con impavide raccomandazioni che porteranno alla creazione di un sistema ferroviario degno del ventunesimo secolo”.

L’Amministratore Delegato di FirstGroup, Matthew Gregory, ha detto:

“Siamo soddisfatti di aver vinto la gara per la West Coast Partnership, così da gestire i servizi InterCity nella West Coast Mainline ed aiutare ad introdurre l’alta velocità. La West Coast Partnership comprende operazioni su uno dei più affermati franchising ferroviari degli ultimi vent’anni. Durante la prima fase del contratto, ci impegneremo per offrire una serie di miglioramenti ai passeggeri dell’Intercity West Coast e il nostro obiettivo è quello di offrire un servizio eccezionale ai nostri clienti.

Nel 2016, vista l’opportunità unica di aiutare a modellare e gestire la HS2, noi ed il nostro partner Trenitalia ci siamo vincolati a presentare un’offerta per la West Coast Partnership. Non vediamo l’ora di prendere parte al successo di un progetto che capita una sola volta ed avvicinare tra loro le città più importanti del Regno Unito.

Le differenze tra questo contratto e i tradizionali franchising ferroviari sono riflessi nei termini predisposti dal DfT inglese, che determina un equilibrio più idoneo tra rischi e riconoscimenti per noi operatori. La prima fase del West Coast Partnership ci permette di guadagnare dei profitti negli investimenti per i servizi per i passeggeri, rimanendo allo stesso tempo protetti da un meccanismo di rischio condiviso. Questo si tradurrà poi nella seconda fase del progetto in un contratto di gestione, che assicurerà che ognuno di noi possa mettere a frutto le proprie capacità ed esperienze all’interno della joint venture in modo da offrire i vantaggi desiderati del progetto dell’alta velocità ai nostri passeggeri ed al paese.

Siamo felici di aver visto la gara per la West Coast Partnership con Trenitalia, un partner forte e dedito ad accrescere il suo ruolo nel settore ferroviario del Regno Unito. La Partnership rafforza e aggiunge un quarto franchising al nostro portfolio nel Paese. A seguito del conseguimento di tale concessione, perciò, non cercheremo nuove opportunità di franchising nel prossimo futuro, oltre a quelle della nostra attuale negoziazione con il DfT per estendere la GWR. Il nostro obiettivo è sempre quello di offrire un valore azionario sostenibile e gestiremo attivamente il nostro portfolio ferroviario e il rischio a questo connesso, ricompensando conformemente.”

L’Amministratore Delegato di FS Italiane, Gianfranco Battisti, ha detto:

“Dopo solo tre anni nel Regno Unito, stiamo rafforzando la nostra presenza attraverso la gestione di una delle compagnie ferroviarie più importanti nel Paese, insieme al nostro partner FirstGroup. L’aggiudicazione di questa gara rappresenta un altro passo significativo nella nostra ambizione di svolgere un ruolo importante nel settore ferroviario del Regno Unito. Con questa partnership, prosegue lo sviluppo internazionale del Gruppo Ferrovie dello Stato, in particolare in un mercato ad alto potenziale come quello del Regno Unito.

Abbiamo più di venti anni di esperienza nell’ambito dell'alta velocità in Italia. Tale settore ha migliorato la vita degli italiani, accrescendo tra loro le connessioni. Trenitalia opera nell'unico mercato competitivo e aperto per i servizi ad alta velocità nel mondo.

A partire dall'acquisizione di c2c nel 2017, la nostra penetrazione del mercato britannico si è notevolmente rafforzata attraverso investimenti in tecnologia e servizi ai clienti. Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti in termini di puntualità delle prestazioni e soddisfazione del cliente, che si è dimostrata tra le migliori nel Regno Unito.

Trenitalia è ora uno dei principali operatori ferroviari in Europa, presente nei mercati francese, tedesco, greco e in partnership austriaco e svizzero, oltreché in Italia e nel Regno Unito. La nostra ambizione nei prossimi anni è di crescere ulteriormente nel Regno Unito e altrove.”

Termini chiave del contratto

La Partnership inizierà dall’8 dicembre 2019 e comprende due fasi distinte.

Durante la prima fase da dicembre 2019 a marzo 2026, First Trenitalia gestirà i servizi di InterCity West Coast come un franchising con i rischi condivisi con il DfT attraverso un meccanismo di protezione basato sul Prodotto Interno Lordo e, a partire da aprile 2021, un aggiuntivo Forecast Revenue Mechanism (FRM). Il primo accorgimento va a mitigare l’impatto le condizioni macroeconomiche del Regno Unito che sono al di fuori del controllo di First Trenitalia. Il FRM può essere eventualmente innescato, invece, se le varianze dei profitti eccedono delle soglie delle assunzioni del contratto. Considerato che questi meccanismi sono parte degli accordi, l’azienda crede nel complesso che i progetti rimarranno redditizi.

Durante la prima fase, First Trenitalia concederà in premio al governo 1,6 miliardi di sterline in valore attuale netto. La stessa finanzierà direttamente 11 milioni di sterline di valore residuale degli asset e le detrazioni dal premio finanzieranno l’investimento di 252 milioni di sterline di First Trenitalia nella prima fase. Ulteriori 453 milioni di sterline verranno finanziate dal leasing del materiale rotabile per l’ammodernamento dei treni. Questi investimenti, insieme alle nuove rotte create e ai nuovi orari aggiunti, produrranno un tasso di crescita annuale combinato per chilometri percorsi pari, approssimativamente, al 1,2% annuo durante la prima parte di progetto. Le entrate dai passeggeri, (1,2 miliardi di sterline nell’annata 2018/2019), sono previste in crescita, ma meno rispetto al tasso storico di crescita del franchising durante gli ultimi dieci anni.

In aggiunta ai collegamenti InterCity West Coast, First Trenitalia fornirà anche ulteriori servizi in qualità di Shadow Operator per il programma dell’alta velocità HS2. Nel complesso, FirstGroup prevede di guadagnare un margine cospicuo verso la fine della prima fase di progetto. Se richiesto dal DfT, quest’ultima potrebbe essere estesa a dopo il marzo 2026, fino a cinque anni, e terminerà almeno sei mesi prima del lancio dei servizi HS2.

L’inizio della seconda fase è previsto a marzo 2026 e la sua durata si estenderebbe fino a marzo 2031, con un possibile ulteriore prolungamento nei tre anni successivi. Durante tale fase, FirstTrenitalia offrirà contemporaneamente i servizi HS2 e quelli della linea rinnovata InterCity West Coast, secondo una struttura di gestione i cui profitti e rischi passano al DfT. FirstTrenitalia guadagnerà così una commissione per la gestione ed ulteriori entrate in caso di buon andamento.

Attraverso le aziende madri, i partner della joint venture (JV) si sono obbligati a concedere alcuni finanziamenti, che si riducono sostanzialmente tra la prima e la seconda fase. Nella prima, offriranno un mutuo fino a 30 milioni di sterline, contingenti linee di credito per 102 milioni di sterline ed una garanzia di esecuzione di 20 milioni di sterline a First Trenitalia. FirstGroup sarà responsabile per il 70%, uguale a 106 milioni di sterline, del capitale totale di 152 milioni. Nella seconda fase, l’impegno totale si riduce a 65 milioni di sterline, di cui FirstGroup sarà responsabile per 46 milioni. In aggiunta, i partner della joint venture offriranno un bond stagionale di 10 milioni di sterline. Un’ampia gamma di scenari erano stati considerati come parte del modello per valutare gli aspetti pensionistici dell’offerta. In comune con altri franchising ferroviari, non rimarranno responsabilità pensionistiche alla fine del contratto e, in ogni caso, queste saranno trasferite al DfT nella seconda fase del progetto.

L’aggiudicazione della gara è soggetta al consueto “periodo di blocco” di almeno dieci giorni, dopo i quali i contratti formali verranno firmati dal DfT. Come per gli altri casi di franchising nel settore ferroviario del Regno Unito, l’autorità garante della concorrenza e del mercato porterà avanti una fase di controllo.

FirstGroup e Trenitalia sono convinte che quest’unico contratto abbia un adeguato equilibrio tra potenziali rischi e riconoscimenti, consono per la natura del lavoro richiesto per determinare un successo sia per i contribuenti che per i passeggeri di InterCity West Coast e HS2.

La partnership JV

FirstGroup e Trenitalia hanno firmato un accordo di joint venture (di seguito anche “accordo JV”) per creare nel novembre 2016 First Trenitalia, con lo scopo di presentare un’offerta per la West Coast Partnership. FirstGroup possiede il 70% dell’entità, mentre Trenitalia il 30%. First Trenitalia ha beneficiato delle esperienze e capacità complementari che caratterizzano le due aziende. Una condizione per presentare l’offerta per la West Coast Partnership, in aggiunta, era quella di dimostrare esperienza nel campo dell’alta velocità.

Le offerte iniziali sono state sottoscritte nel luglio 2018 dopo la validazione esterna e una revisione accurata sia da parte di FirstGroup che di Trenitalia. Nel contesto della recente esperienza di FirstGroup, le assunzioni sono state riviste in maniera puntuale. Viste le sfide affrontate da alcuni operatori in franchising per le ferrovie del Regno Unito, le aziende della joint venture sono state particolarmente attente a valutare la performance potenziale della Partnership in ottica di una vasta gamma di possibili scenari e incertezze.

Il consiglio di amministrazione di FirstGroup ha previsto diverse revisioni per la proposta sulla West Coast Partnership. In accordo con il nostro impegno del 30 maggio, ha testato e successivamente riconvalidato le assunzioni dell’offerta, per cercare un equilibrio appropriato tra rischi e ricompense, prese in considerazione le obbligazioni dell’accordo JV con Trenitalia. Il consiglio di FirstGroup rimane fortemente consapevole delle preoccupazioni degli azionisti riguardo la ferrovia, ma ha concluso all’unanimità che firmare il contratto per la Partnership è nell’interesse degli stessi.

Informazioni per gli investitori

Una conference call per investitori e analisti avverrà oggi alle 9:00. Chiamare +44(0)2077253354 in anticipo per registrarsi e ricevere i dettagli. Una presentazione con una copia in pdf di questo annuncio e un servizio di playback sarà disponibile nel sito www.firstgroupplc.com/investors.

Contatti FirstGroup:

Stuart Butchers, Group Head of Communications

Faisal Tabbah, Head of Investor Relations

Tel: +44 (0) 20 7725 3354

Contatti Brunswick PR:

Andy Porter / Alison Lea, Tel: +44 (0) 20 7404 5959

Contatti Trenitalia UK:

Chris Atkinson 07770 947332

Giovanni Sanfelice di Monteforte, Tancredi, 07775 858152

Catrina Daly, Tancredi, 07727 153868

FirstGroup

FirstGroup plc è un’azienda leader nei trasporti nel Regno Unito e in Nord America. Con 7,1 miliardi di sterline di fatturato e 100 mila dipendenti, abbiamo trasportato 2,2 miliardi di passeggeri lo scorso anno. Per lavoro, istruzione o tempo libero, portiamo i nostri clienti dove vogliono andare, quando voglio andare. Creiamo soluzioni per ridurre la complessità, rendendo il viaggio più confortevole e la vita più semplice.

Offriamo la mobilità facile e conveniente, migliorando la qualità della vita connettendo persone e comunità.

Ognuna delle nostre cinque divisioni è leader nel suo settore. In nord America, First Student è il più importante fornitore dei trasporti casa-scuola con una flotta formata da 42.500 pulmini gialli, First Transit è uno dei più grandi fornitori per la gestione dei trasporti conto terzi, mentre Greyhound è l’unico operatore nazionale per il servizio pullman tra le città del paese. Nel Regno Unito, First Bus è una delle compagnie inglesi più grandi con più di 1,6 milioni di passeggeri al giorno, mentre First Rail è uno degli operatori più grandi e con più esperienza.

Visita il sito www.firstgroupplc.com e seguici su Twitter @firstgroupplc.

Trenitalia

Trenitalia è il principale operatore ferroviario italiano e uno tra i maggiori operatori in Europa. È l’unico operatore di alta velocità al mondo a battere la concorrenza nazionale, offrendo un servizio eccezionale ad i suoi clienti e generando un fatturato di più di 5,35 miliardi di euro.

Trenitalia offre principalmente due servizi: il trasporto in alta velocità e il trasporto regionale. L’azienda è rinomata per il suo iconico servizio Frecciarossa. Con la recente introduzione dei moderni e “made in Italy” treni Frecciarossa, 1000 per la precisione, Trenitalia gestisce uno dei servizi ferroviari più all’avanguardia in Europa.

L’alta velocità ha rivoluzionato in Italia la vita delle persone e i trasporti nel Paese. Con la crescita di tale servizio, sono stati venduti negli ultimi dieci anni più di 260 milioni di biglietti dell’alta velocità e la flotta a questi dedicata è stata duplicata da 74 treni nel 2008 a 142 nel 2018. I passeggeri che hanno viaggiato con l’alta velocità sono passati dai 6,5 milioni nel 2008 ai 40 milioni nel 2018, con una crescita del 517%.

Ferrovie dello Stato Italiane, il grande azionista di Trenitalia, è la principale azienda di trasporti italiana che ha predisposto 58 miliardi di euro di investimenti per il periodo 2019-2023. Il gruppo contribuisce al volume di investimenti nel Paese e supporta lo sviluppo e il miglioramento nel settore dei trasporti, delle infrastrutture, della logistica e del turismo. FS Italiane ha generato nel 2018 un reddito operativo di 12 miliardi di euro, con un EBITDA di 2,5 miliardi di euro e un risultato netto di 560 milioni di euro.

Il gruppo FS Italiane dà impego a circa 83 mila persone che lavorano in Italia e all’estero e può contare su 10 mila treni. Nel 2018, il gruppo ha trasportato un miliardo di persone e 50 milioni di tonnellate di merci. Trenitalia offre soluzioni di mobilità con oltre 8 mila treni al giorno e sta rivoluzionando il trasporto regionale in Italia con un programma di investimenti di 6 miliardi di euro da utilizzare per l’acquisto di 600 nuovi treni. La rete ferroviaria, gestita da Rete Ferroviaria Italiana, è lunga più di 24.500 chilometri, di cui 1.400 di alta velocità. Anas è la compagnia di FS Italiane che gestisce la rete stradale con più di 30.000 chilometri di strade statali, strade a scorrimento veloce e snodi autostradali.  


Diventa Socio

Iscriviti alla nostra Newsletters

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime notizie e gli aggiornamenti.

Inserire Codice